martedì 15 gennaio 2008

Il logo



Da qualche parte bisogna pur incominciare e Cala inizia sempre dal logo, qualsiasi progetto prende vita su un pezzetto di carta trovato per caso, magari anche umido e stropicciato, lì in quelle frenetiche linee, prendono vita gran parte dei nostri sogni.
Questo è nato su un tovagliolo " Costadoro", con biro blu sottratta al cameriere della Capanna del Sole, c'erano inizialmente un tondo,un triangolo e alcuni omini stilizzati che ci salivano a fatica .
Cala come sempre,tenendo in mano quella biro come se fosse un famoso pittore, si è rivolto verso di me dicendomi " Mi è venuta un'idea...sarebbe una figata!" Frase che sento almeno tre volte la settimana, perchè fantasioso con un animo da artista Cala è in eterno movimento non solo fisicamente ma anche mentalmente.
"Una bella gara alpinistica a Pragelato!Ho già in mente il logo, aspetta che ti faccio vedere! "
Quella notte, quel tovagliolo è diventato un progetto in photoshop, il cerchio una grande luna gialla, il triangolo una montagna e quelle figurine stilizzate tanti sciatori!
Il 12 gennaio, 63 atleti atleti salivano da Pattemouche verso il Clot della Soma su un magnifico percorso tracciato da Cala,come quelle linee blu su un pezzetto di carta; costellata di fiaccole, la montagna che tutti i giorni vedo, sulla quale mi trovo spesso a sudare , aveva assunto un aspetto fantastico, le frontali illuminavano squarci di paesaggio, la neve copriva i rumori, lasciandoci percepire solo il respiro affannato e costante degli scialpinisti.
Si respirava quel clima di sportiva solidarietà, di quando ciascuno cerca di dare il proprio contributo per la riuscita della manifestazione, un sabato sera diverso, in piedi, sotto la neve, ad aspettare un nome e un tempo!
In fondo da qualche parte bisogna pur incominciare , e sebbene la nostra casa sia colma di piccoli foglietti scarabocchiati ,lasciati ingiallire dal tempo, ogni tanto qualcuno prende forma e colore...( Grazie Cala! )

5 commenti:

Andrea ha detto...

Beh, che dire? Complimenti al tuo fidanzato per la sua fantasia e le sue capacità organizzative. Ciao!

Anonimo ha detto...

cara Priska, sono sempre Martina. Colgo l'occasione anche qua per ringraziare te e Cala per quello che avete fatto per noi. Siete grandi, perchè sapete vivere lo sport in una maniera bellissima e vera: passione, contatto con la natura, fatica e altruismo. Sempre con il sorriso sulle labbra. Un abbraccio forte forte.

Priska ha detto...

Grazie Andrea!!!La prossima volta però vieni anche tu...

Francesca ha detto...

scusatemi.... e vogliamo anticipare che il prossimo anno ci sarà anche l'intervento di un altro "assessore"???

Priska ha detto...

Già giusto...riusceremo a far intervenire l'assessore ...l' assessore... a cosa già Fra? Non ricordo più...